• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cercatori di bellezza

Cercatori di bellezza

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Essere giovani cercatori di vera bellezza,
ogni giorno, nel quotidiano,


significa coltivare anche una bellezza interiore,
fatta di idee e convinzioni.


Cercare la vera bellezza significa non fermarsi a ciò che appare o si vede al primo sguardo, ma saper andare in profondità.
Significa posare sull’altro uno sguardo che non si fermi solo al corpo, ma alla totalità della persona.
Soprattutto per una ragazza significa credere e voler custodire la propria dignità, anche attraverso il pudore. Riscoprire il dono della propria femminilità!
Siamo tutti belli!! Perché abbiamo un’anima e un corpo, bisogna però scegliere su cosa investire e solitamente si investe molto su ciò che dura di più…

In un tempo dominato dalle immagini e da una dimensione soprattutto “visiva” dell’esistenza, è necessario porre l’accento su una bellezza che nasce da dentro e non da fuori.

Certamente le ragazze che danno il loro contributo alle nostre sfilate hanno avuto il dono di una bellezza “che si vede anche dall’esterno”. Ma il messaggio della Turris Eburnea è che nessuna donna è bella se non esprime anche una bellezza interiore.
E questa bellezza interiore non è solo un sorriso che illumina o uno sguardo sereno.
E’ anche la bellezza di chi si riconosce pienamente donna e lentamente, anno dopo anno, si accetta per quello che è e si riconcilia con tutta la sua natura.
E’ la bellezza di chi sa di essere diversa da un uomo ma non per questo gioca sull’arma della malizia o della provocazione.
E’ insomma la bellezza di tutto il nostro patrimonio interiore, che Qualcuno più in alto di noi ci ha affidato, e di cui dobbiamo diventare consapevoli nell’arco della nostra vita.
Ed è, infine, la bellezza di chi ama: prima lasciandosi amare e poi aprendosi ad un amore infinito.

… “la bellezza salverà il mondo” così diceva Fëdor Dostoevskij nel suo romanzo “L’idiota”.


 


© 2021 Turris Eburnea. All Rights Reserved. Powered by VICIS